DORIO

L’abitato di Dorio, non potendo estendersi in riva al lago a causa della ferrovia e della statale n. 36, si sviluppa sulle pendici del monte Legnoncino, in posizione molto soleggiata, fino a raggiungere una quota di 500 m.
Il borgo è unito alla statale da un’unica carrozzabile che permette la comunicazione anche con le frazioni di Torchiedo, Garavina, Rivetta e Panico.
Nei primi decenni dell’Ottocento fu installato, dalla famiglia Nava, un impianto di filatura della seta azionato dalla forza idrica dei torrenti.
<< back